Perché camminare mi fa molto, ma di molto, bene

Si fa presto a dire “camminare”. Imperativo categorico: “Camminate tutti, ché vi fa bene”. Non è con l’approccio fideistico che uno si convince, servono gli esempi pratici. Orbene, da quando sono più vicina ai 50 anni che ai 40 il mio metabolismo non corre più veloce come una volta e quella santa della mia nutrizionista, assodato da tempo che la dieta non è cosa mia, mi ha consigliato di fare (almeno) 8 mila passi al giorno, altrimenti mi allargo, mi aumenta il grasso viscerale, perdo tono muscolare e il cioccolatino che mangio a letto aspettando che inizi la prima serata in tv mi uccide. Però, sul significato di “camminare” dobbiamo intenderci bene… Leggi di più

C’era una volta una gatta che ti cambia la vita

Per 45 anni avevo sempre trovato incomprensibile come “la gente” potesse amare gli animali al punto di parlarci insieme, coccolarli, viziarli. Poi un bel giorno di pandemia, a casa nostra è arrivata la gatta Gilly e la protagonista delle mie giornate non sono più stata io. Ora quella che riscuote le attenzioni di tutti è lei. E non so se posso farcela a raccontarvi quanto sono felice della novità. Leggi di più

Ho fatto ordine nell’armadietto dei farmaci

Le pulizie di primavera, dette anche pulizie di Pasqua a seconda della sacralità della questione, per quanto mi riguarda entrano di diritto nella classifica delle rotture de coj***  di Rocco Schiavone al grado dieci. Per chi non ha visto la fiction con Marco Giallini ed è rimasto agli Anni 80, direi che quando incombono le pulizie di stagione saliamo a livello DEFCON 1 di WarGames. Pur di non affrontarle,  infatti,  io in genere tergiverso. Poi però comincio dall’incubo degli incubi e il Venerdì Santo porto a termine la missione più traumatica: riordinare l’armadietto dei farmaci. Ecco com’è andata. Leggi di più

Il mio segreto per far durare un matrimonio

Ogni matrimonio ha le sue regole e ogni regola va infranta a modo suo.
Ok, ora che abbiamo messo la parola chiave nell’incipit per soddisfare i requisiti Seo senza rinunciare al mood “Anna Karenina”, possiamo cominciare. Ho chiesto per anni ai personaggi del mondo dello spettacolo e della tv quale fosse il segreto per far durare la loro unione con i rispettivi mariti/mogli, compagni/compagne, fidanzati/fidanzate di lungo corso. Le risposte sono quasi sempre le stesse. Per esempio, Christian De Sica, sposato con Silvia (Verdone, sorella di Carlo) mi ha detto che ci vuole  «Rispetto reciproco e poi bisogna ridere di sé stessi». E Cesara Buonamici mi ha spiegato «Tanta autoironia e una gran dose di pazienza, da parte di entrambi». Leggi di più